NEL GIARDINO DELLE TARTARUGHE

Tartarughe fiabe

“Nel giardino delle Tartarughe incarna proprio un’armoniosa fusione di mito, fiaba e fantasia. Un viaggio che conduce alla lontana terra del mattino che si trasforma in silenzio. Un silenzio che decanta, diventa parola e insegna l’attesa e la pazienza. Quella stessa che il vecchino, personaggio chiave che dispensa qui e lì saggezza, lascia discendere dalla capacità di rallentare il tempo, smettendo di correre e sperimentando la meraviglia e l’ascolto. In queste fiabe la lentezza non è sinonimo di staticità e passività, bensì di libertà. Il titolo della raccolta sottolinea, proprio, la peculiarità della tartaruga: la lentezza che nella vita dell’uomo costituisce, invece, una ricchezza. Nel giardino che Francesco Idotta adorna con i suoi racconti, le sue filastrocche e i suoi dialoghi e Santina Parente con le sue illustrazioni, trovano terreno fertile i semi fecondi di quella storia che attraverso i piccoli eroi di ogni tempo si compie ogni istante. (Anna Foti)